domenica 18 settembre 2011

Macedonia di pere nashi cotte in salsa di zafferano, uvetta e pistacchi

In un attimo è arrivato autunno con il fresco e la pioggia ... oddio e chi si riesce ad abituare? Mi sento già totalmente triste ed annoiata!
Per fortuna che da qualche giorno mi frullava in testa (dopo il mio Mostro tropicale), un'altra idea per l'MT Challenge complice la ricetta vista su una rivista di cucina (e da me rivisitata) e l'acquisto delle pere nashi.
Premesso che fino a qualche giorno fa non sapevo nemmeno l'esistenza di queste pere (è una scoperta continua), le ho viste per la prima volta dal mio fruttivendolo e ne sono rimasta subito colpita per la loro forma rotonda detta appunto "pera-mela".
Sono tornata a casa e sono andata a leggermi su internet maggiori informazioni su questo frutto.
E' di origine cinese ed attualmente, anche se viene prodotta in diverse parti del mondo inclusa l'Italia, la Cina rimane il principale produttore.
In Italia viene prodotta comunque in modo marginale e la raccolta avviene in agosto e settembre.
Il frutto ha forma rotonda simile alla mela mentre la polpa, con bassa acidità, è compatta, succosa e croccante simile a quelle delle pere.
Il sapore è dolce e profumato e la buccia è liscia di colore, a seconda delle varietà, da dorato-bronzato a giallo-verde.
Mi è sembrata quindi un'ottima idea per questa macedonia (in parte cotta ed in parte no) dal sapore autunnale.
Ed ecco qui il risultato finale con qualche intaglio spero gradito alla nostra bravissima prof  Fabiana:


Ingredienti per due persone:
3 Pere nashi, succo di limone, 20 gr di burro, mezzo bicchiere d'acqua, mezza bustina di zafferano, un paio di cucchiai di zucchero di canna, 20 gr di pistacchi e 20 gr di uvetta, rum.
Lavare e sbucciare parte delle pere: tagliatele a quadretti e spruzzate il succo di limone per non farle annerire.
In un'altra ciotolina mettere ad ammorbire l'uvetta aggiungendo del rum ed un goccio d'acqua tiepida.
Infine sgusciate i pistacchi e metteteli da parte.
In una padella sciogliere il burro, aggiungere mezzo bichiere d'acqua, lo zucchero e lo zafferano e mescolare bene questa salsa; in ultimo aggiungere i quadretti di pera; cuocere per una decina di minuti mescolando delicatamente; se necessario aggiungere qualche cucchiaio d'acqua.
Nel frattempo, con le parti di pere rimaste, fate qualche lavoretto: io ho utilizzato parte della pera come contenitore svuotando la polpa e tenendo la piccola parte attorno al picciolo; ho realizzato dei piccoli intagli paralleli con il coltello creando dei piccoli ventagli ed infine ho realizzato un piccolo fiore decorato poi con dell'uvetta (ho sempre poi versato del succo di limone per non annerire la polpa).
Spegnete la padella con i tocchetti di pera e fate raffreddare.
Sgocciolate l'uvetta ed unitela ai quadretti di pera ed ai pistacchi.
Impiattate la macedonia ottenuta versandola nel contenitore di pera preparato; rifinire con tutte le decorazioni, aggiungendo in ultimo il cappello con il picciolo.

Con questa seconda ricetta partecipo all'MT Challenge

13 commenti:

  1. fermati, fermati, fermatiiiii..... basta, io non gioco più!

    hai tanta fantasia, mi piace!

    RispondiElimina
  2. Continua, continua...continua!!!
    Un'idea meglio dell'altra, non solo ho gradito gli intagli, ma l'intera composizione del piatto, la ricerca del frutto e degli accostamenti, le diverse consistenze e pure lo scatto finale!
    Questo è un piatto che sceglierei in un menù!!

    Ancora grazie!

    RispondiElimina
  3. Ma è così che ci piace, bravissima!!!
    divertimento, fantasia, voglia di mettersi in gioco e tanta bravura! Gli ingredienti per giocare all'emmetichallenge ci son proprio tutti, brava!
    I naschi sono un frutto che mi è proibito- ma che mia figlia divora in grande quantità: abbiamo un albero in giardino e ti dirò che sono una delle coltivazioni che in questi anni ci hanno dato più soddisfazioni, perchè non hanno bisogno di grandi cure. Finora, li hanno sempre mangiati a morsi (mia figlia, direttamente dall'orto, neanche il tempo di arrivare a casa, gli lascia!), ma questa è un'idea che stuzzica, sia nella presentazione che nell'abbinamento!
    complimenti e...cosa dici, aspettiamo la prossima??? :-)))
    ciao
    ale


    Di' alla mai di star zitta, che se c'è una che a fantasia non è seconda a nessuno è proprio lei!

    RispondiElimina
  4. con te non c'è gara...sei bravissimaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  5. Non ho mai visto queste pere in vendita. La presentazione è davvero spaziale... mi piace molto.

    RispondiElimina
  6. Meravigliosa anche questa tua seconda interpretazione!!!

    RispondiElimina
  7. Grazie mille a tutte! La gara comunque è dura: tutte le partecipanti all'MT sono fenomenali!! L'importante è partecipare e farsi conoscere ... se poi si vince meglio! ;-))

    RispondiElimina
  8. Come già la seconda??
    Troppo brava!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  9. non amo particolarmente lo zafferano ma poco importa, la tua presentazione e la scelta degli ingredienti è perfetta!

    RispondiElimina
  10. Sono rimasta a bocca aperta: bellissima!

    RispondiElimina
  11. ciao, davvero bello il tuo blog, lo scopro con piacere!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...